domenica 29 agosto 2010

Innesto a spacco diametrale

Innesto a spacco diametrale effettuato il 26 marzo 2013 con marza prelevata in giornata.
L'innesto a spacco diametrale, questo va fatto nel periodo che va dal primi di marzo a tutto aprile di ogni anno oppure diciamo un po' prima che la pianta vegeti e viene praticato sul tronco principale, meglio, non troppo vecchio diciamo 2 o 3 anni o sui rami se questo è un po' vecchiotto.
Preparazione: prendete del nastro adesivo per elettricisti e il coltello per innesti.
Tagliare un rametto dell'anno in corso della pianta che volete prendere l'innesto (cercate un rametto con gemme mature e ben formate e sane).
Veniamo alla pratica. Sul tronco principale o su un ramo di 2/3 anni ca. il punto dove pratichiamo lo spacco deve essere liscio senza nodi e rametti, leghiamo del nastro adesivo 5/6 cm sotto il taglio orizzontale in modo che quando effettuiamo lo spacco con il coltello lo spacco non laceri il tronco oltre a quello che a noi serve ed effettuiamo lo spacco di 4 ,5 cm con un coltello ben affilato e pulito. Fatto questo prendete la marza (un rametto del frutto che volete innestare) praticate 2 tagli lateralmente di ca. 4 cm e lasciando la parte che deve andare all'esterno leggermente più larga di quella interna, inserite la marza ed assicuratevi che la parte esterna della marza combaci con la parte esterna del portainnesto, potete metterne 2 marze se il porta innesto ha un diametro di 3-4 cm cosi avete più possibilità che una attecchisca, inserite le marza legate ben stretto con rafia o con del nastro isolante da elettricisti tagliate la marza lasciando 2 gemme e alla fine metteteci del mastice in testa alla marza e nella parte del portainnesto tagliato. Se tutto è stato fatto bene dopo 30 gg vedrete le foglie svilupparsi sulla marza.
Quali piante sopportano questo innesto?: l'ho eseguto con successo su peri, ciliegi, albicocchi, prugne.



Innesto a occhio domiente

Iniziamo con l'innesto ad occhio dormiente, questo va fatto nel periodo che va dal 15 agosto al 8 settembre di ogni anno, (i vecchi contadini dicevano da madonna a madonna) e viene praticato su rami di qualche anno perchè hanno la corteccia tenera ed elastica e possibilmente con la luna crescente perchè la pianta in questo momento è piena di linfa e fa si che la corteccia si stacca dal legno senza problemi.
Preparazione: prendete del nastro adesivo per elettricisti e il coltello per innesti.
Tagliare un rametto dell'anno in corso della pianta che volete prendere l'innesto (cercate un rametto con gemme mature e ben formate).

Veniamo alla pratica. Scegliamo una ramo principale o secondario di 2/3 anni ca. il punto dove pratichiamo l'incisione deve essere liscio senza nodi e rametti,asportiamo eventuali foglie e pratichiamo l'incisione a T di 1 cm in orrizzontale e 2 cm in verticale con profondità fino a toccare il legno, ora con la schiena del coltello per innesti sollaviamo la corteccia per tutta la lunghezza dell'incisone. Fatto questo prendete il rametto con le gemme e, scelta la gemma tagliate la foglia laciando il picciolo che vi serve poi per tenere la gemma, praticate un taglio orrizzontale sopra la gemma di 2 cm ca. poi partendo da sotto la gemma, 2 cm +/- , tagliate la porzione di scudetto andando a terminare sul taglio orrizzontale praticato sopra la gemma. Ora togliete la parte di legno rimasta sotto la gemma e con delicatezza mettete lo scudetto cosi preparato sotto la corteccia del porta innesto, tagliate la parte eccedente dello scudetto che esce dal taglio orrizzontale e legatelo sotto e sopra con il nastro adesivo lasciando aperto solo la parte dove c'è la gemma. Tra 20/30 gg osservate se il picciolo della foglia è caduto da solo vuol dire che l'innesto ha attecchito.
Quali piante sopportano questo innesto?: l'ho eseguto con successo su peschi, ciliegi, albicocchi, prugne.


video

video

Osservazioni e commenti ben accetti.